I NOSTRI SERVIZI

BONIFICHE AMBIENTALI

Pronto intervento ambientale e bonifiche serbatoi interrati

SCOPRI 

BONIFICHE AMIANTO

Attività di rimozione e smaltimento amianto

SCOPRI

GESTIONE RIFIUTI

Analisi e smaltimento rifiuti

SCOPRI

CONSULENZA E FORNITURA

Adempimenti normativi e prodotti

SCOPRI

 

 

11 febbraio 2021

CONTRIBUTI PER LO SMALTIMENTO O PER LA RIMOZIONE E LO SMALTIMENTO DELL’AMIANTO DA EDIFICI SEDI DI IMPRESE

Si comunica che nel portale della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia sono finanziabili gli interventi relativi alla rimozione ed allo smaltimento o al solo smaltimento dell’amianto da edifici sedi di imprese, situati sul territorio regionale, da realizzare successivamente alla presentazione della richiesta, (si specifica che la domanda di contributo viene concessa anche alle imprese che non sono proprietarie dell'immobile su cui viene effettuato l'intervento).

La domanda di contributo va presentata al Servizio disciplina gestione rifiuti e siti inquinati della Direzione centrale difesa dell'ambiente, energia e sviluppo sostenibile dal 1° al 01 marzo 2021 utilizzando esclusivamente il modello allegato al regolamento.

Il contributo viene concesso a seconda della tipologia di azienda:

a) per le micro-imprese, 50% della spesa riconosciuta ammissibile, massimo 15.000 euro

b) per le piccole e medie imprese, 40% della spesa riconosciuta ammissibile, massimo 30.000 euro

c) per le grandi imprese, 30% della spesa riconosciuta ammissibile, massimo 40.000 euro

 Per avere maggiori informazioni sulla corretta modalità di presentazione della domanda di contributo è disponibile la pagina http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/ambiente-territorio/valutazione-ambientale-autorizzazioni-contributi/FOGLIA47/

 

04 gennaio 2021

CONTRIBUTI PER LA RIMOZIONE E LO SMALTIMENTO DELL'AMIANTO DA EDIFICI DI PROPRIETÀ PRIVATA ADIBITI AD USO RESIDENZIALE

 

Si comunica che nel portale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia è possibile come ogni anno presentare la domanda per l'erogazione dei contributi per la rimozione o il solo smaltimento dell'amianto dagli edifici di proprietà privata adibiti ad uso residenziale.

Le domande di contributo dovranno essere caricate tramite l'applicativo informatico FEGC a partire dal 1 febbraio 2021 al 01 marzo 2021.

Possono beneficiare del contributo:

1) il proprietario o comproprietario dell'immobile oggetto dell'intervento;

2) il locatario, comodatario, usufruttuario o titolare di altro diritto reale di godimento sull'immobile oggetto dell'intervento;

3) i condomini costituiti per la maggioranza (calcolata in base ai millesimi di proprietà) da unità abitative ad uso residenziale;

Il contributo è concesso nella misura del 50% delle spese ammissibili per un massimo di 1.500 euro. Nel caso in cui il beneficiario sia un condominio, fermo restando il limite del 50% della spesa ammissibile, l'importo massimo che può essere concesso è dato dal prodotto di 1.500 euro per il numero di unità abitative a uso residenziale presenti nel condominio.

Per avere maggiori informazioni sulla corretta modalità di presentazione della domanda di contributo è disponibile la pagina http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/ambiente-territorio/valutazione-ambientale-autorizzazioni-contributi/FOGLIA41/.

 

 

 

 22 DICEMBRE 2020

 

 

 

 

07 DICEMBRE 2020

EDIFICI PUBBLICI: BANDO PER ACCESSO AI FINANZIAMENTI PER LA BONIFICA DELL'AMIANTO

Nella Gazzetta Ufficiale n. 288 del 19 novembre 2020 è stato pubblicato il Bando per l'accesso ai finanziamenti del Ministero dell'Ambiente per la progettazione preliminare e definitiva degli interventi di bonifica, mediante rimozione e smaltimento dell'amianto e dei manufatti in cemento amianto su edifici e strutture pubbliche .

I finanziamenti del Bando sono pertanto destinati alle amministrazioni pubbliche:

- ISTITUTI E SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO E LE ISTITUZIONI EDUCATIVE;

- LE AZIENDE ED AMMINISTRAZIONI DELLO STATO AD ORDINAMENTO AUTONOMO;

-LE REGIONI, LE PROVINCE, I COMUNI, LE COMUNITA' MONTANE E LORO CONSORZI E ASSOCIAZIONI;

-LE ISTITUZIONI UNIVERSITARIE;

-GI ISTITUTI AUTONOMI, CASE POPOLARI, LE CAMERE DI COMMERCIO, INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA E LE LORO ASSOCIAZIONI;

-TUTTI GLI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI NAZIONALI, REGIONALI E E LOCALI, LE AMMINISTRAZIONI, LE AZIENDE E GLI ENTI DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE.

Il finanziamento è pari a 15000 euro per singola pubblica amministrazione anche con riferimento a più interventi fino al massimo di cinque interventi. La graduatoria finale degli interventi ammessi al finanziamento è basata sui seguenti criteri di priorità: 

1) interventi relativi ad edifici pubblici collocati all'interno, nei pressi  comunque entro un raggio non superiore a 100 metri da asili, scuole, parchi gioco, strutture di accoglienza socio assistenziali, ospedali, impianti sportivi;

2)interventi relativi ad edifici pubblici per i quali esistono segnalazioni da parte di enti di controllo sanitario e/o tutela ambientale di altri enti e amministrazioni in merito alla presenza di amianto; 

3)interventi relativi ad edifici pubblici per i quali si prevede un progetto cantierabile in 12 mesi dall'erogazione del contributo;

4)interventi relativi ad edifici pubblici collocati all'interno di un Sito di Interesse Nazionale e/o inseriti nella mappatura dell'amianto ai sensi del Decreto Ministeriale n. 101 del 18 marzo 2003.

Le pubbliche amministrazioni possono presentare domanda tramite l'applicativo www.amiantopa.minambiente.it disponibile presso il sito del Ministero dell'Ambiente.

 

 

 

 

Questo sito web utilizza i cookies tecnici per assicurarti di ottenere la migliore esperienza sul nostro sito web. + INFO